martedì 6 settembre 2016

Antonio Lamberto Martino: ecco chi è il nuovo giudice di Bake Off Italia


Lo abbiamo conosciuto alla prima puntata di Bake Off Italia e, a dir la verità, l'abbiamo tutti osservato con un po' di scetticismo. Ma ci siamo anche ricreduti in pochi minuti.

Parliamo di Antonio Lamberto Martino, 36 anni, panificatore e pasticcere di origini siciliane che vive a Siena, esperto agronomo e laureato in scienze dell'alimentazione e della gastronomia. Ha lavorato in diverse pasticcerie sparse in tutta Europa e gestisce un'azienda agricola biologica.
I suoi hobby sono la barca a vela e l'equitazione, ma ama anche scrivere.

A Vanity Fair, che gli ha chiesto se sarà lui il "Giudice gentile" di quest'anno, ha risposto:

«Hanno scritto questa cosa ma forse c’è stato un fraintendimento, perché io m’incazzo, eccome se m’incazzo. Certo, non sopporto chi urla o sbraita o vuole far capire qualcosa alzando la voce: se ci sono cose che non vanno, l'errore bisogna farlo comprendere con garbo. In tv è di moda il giudice che sbraita, ma io non sono così. E guardando la trasmissione noterete le differenze con gli altri».

Affascinante e inarrivabile, Antonio Martino si è fatto subito notare all'interno del programma per i suoi modi educati ma soprattutto per la sua professionalità, qualità che non fanno altro che aumentare il livello del programma.

Il nuovo giudice ha dichiarato di non conoscere bene i giudici, ma è sicuro di instaurare un'ottima collaborazione sia con Ernst Knam sia con Clelia D'Onofrio, offrendo a loro e al programma la sua grande esperienza con i lieviti.

È una persona molto riservata, tanto che quando gli si chiede se è consapevole che attirerà l'attenzione del pubblico femminile risponde:

"Ehhh, passo (sospira, ndr). Però è vero, non c’è niente di più sexy del fare il pane. È un atto molto sensuale, e per nulla volgare".

Insomma, cosa chiedere di meglio?

Un'ottima scelta per un giudice che, ne siamo certi, sarà davvero un valore aggiunto alla quarta edizione di Bake Off Italia.


E noi, come sempre, saremo in prima fila per vedere cosa accadrà.














Nessun commento:

Posta un commento